Quando en elo basso incontra un elo alto con il fucile che fine fa quello che ha la pistola ad acqua? Statisticamente una volta su dieci vince elo down altrimenti non si spiega perché il Genoa vince con l’Inter, partita Davide vs Golia, Faraoni Enrico 2130 vs Mrdja 2435 Asti B23 1995

Se non altro per questione di pura statistica non é detto che per forza dieci volte su dieci vince il giocatore che ha più esperienza ed é più bravo. Potrebbe capitare che magari il piccolo cm si sia strafatto di succo di mirtillo in canna e che sia passato incolume all’ antidoping oppure che una entità aliena sia discesa per analizzare le varianti al posto della sventurata vittima sacrificale o che il GM quel giorno aveva problemi di digestione che lo portano a muovere sottovalutando l’avversario. Sono tante le variabili in gioco. Come dice un noto artista stravagante americano ognuno ha la sua piccola quota di popolarità, i suoi dieci minuti di gloria. Si sa che la condizione di sconfitta permanente contro giocatori più forti porta a una cristallizzazione implosiva dal posto di vista psicologico con l’agonista che piano piano, sconfitta dopo sconfitta, si convincerà che giocando contro un elo winchester non si potrà che perdere! Ma non é una legge fisica della natura, l’importante é andare in chiesa e pregare oppure convincersi che anche Golia quando non assume actis regularis può incappare in una giornata storta dove magari anche l’avversario ha giocato la sua partita quasi perfetta della vita. La buona notizia é che tutti prima o poi possono battere un giocatore altolocato, successivamente riuscii a pattare con altri forti altolocati giocatori di prestigio, battere il GM Salvador Roland a gioco lento, vincere contro un GM lampo con il gambetto di re e arricchire così la lista delle piccole soddisfazioni personali di un agonista a caccia di scalpi. Non é detto che non si possa fare risultati contro giocatori tosti insomma, altrimenti tutti andrebbero alla SNAI a puntare sulla vittoria della Juve in champions ehm ehm oppure della sconfitta del Torino nel derby!

1. f4 d6 2. e4 c5 3. Nc3 Nc6 4. Nf3 e6 5. Bc4 a6 6. a4 Nge7 7. O-O g6 8. f5! inizia la caccia, ci sono dei giorni dove i giocatori cercano ispirati una condizione di caos primordiale dove l’avversario potrebbe rompersi l’osso del collo (o anche chi lo genera però!)

8..d5!?

8..gf5 9 Cg5 h6 10 Cf7 Rf7 11 ef5 e il bianco ha compenso; 8..Ag7!? 9 fe6 Ae6 10 Ae6 fe6 11 Cg5 Dd7 12 d3 h6! e il nero non ha nulla da temere da 13 Cf7 Tf8 14 Ch6 Tf1 15 Df1 000 gioco complesso; 8..Ce5?! 9 Ce5! de5 10 d3 ef5 11 Ag5 Dd6 12 ef5! gf5 13 Ce4!! il nero é quasi game over; 8..ef5 9 d4 cd4 10 Cd5 con compenso

9. Ba2 gxf5!

9..de4 10 fe6 ef3? 11 ef7 Rd7 12 Df3 é un disastro per il nero

10. exd5! Nxd5

10..ed5 11 Te1 Ae6 12 Ce2 idea Cf4 e il materiale in più del nero é irrilevante

11. Bxd5! lasciando al cavallo il compito di occupare forti case che si sono liberate ad est

11..exd5 12. d3 Be7 13. Bh6 Be6 14. Qd2 Rg8 15. Rfe1 Qa5 16. Ne2! Qxd2 17. Bxd2 Kd7 18. Nf4 b5 19. Re2 Bf6 20. c3 d4 21. axb5 axb5 22. Rae1 Rge8 23. Nh5 Bh8 24. cxd4 Nxd4 25. Nxd4 Bxd4+ 26. Be3 Bb3 27. Bxd4 Rxe2 28. Rxe2 cxd4 29. Nf6+ Kd6 30. Nxh7 Ra1+ 31. Kf2 Rd1 32. Ng5 Bd5? la casa d5 in questa partità é caldissima!

Il nero se la vogliamo mettere sul piano delle valutazioni computerizzate ha sempre avuto per tutta la partita un leggero vantaggio e un finale superiore ma adesso la partita svolta con questa mossa inutile che non risolve i problemi della posizione come avrebbe fatto invece Txd3 seguita da f6 e Af7 per bloccare il pedone h del bianco, il fatto é che il nero sottovaluta la prossima mossa che diventa una minaccia reale solo quando viene compiuta

33. h4!

Questo non é un pedone, é Italo treno!

33..Rxd3 34. h5 Rd1 35. h6 d3 36. h7 dxe2 37. Kxe2 Rh1 38. Nh3! maledetto cavallo si capiva subito sin dalla mossa 3 Cc3 che questo equino avrebbe avuto un destino glorioso (Cc3-e2-f4-h5-f6-h7-g5 e infine h3)

38..Bxg2 39. h8=Q Bxh3? 40. Qf8+ inizia la caccia alla torre h1! Il nero deve aver scartato torre prende h3 valutando che la posizione risultante sarebbe stata comunque scoordinata e che diversi pedone neri sarebbero caduti, ma il tutto allungava di parecchio la game mentre adesso cadono i bestioni…o i bastioni

40..Ke5 c’erano alternative migliori ma come spesso capita a un errore ne seguono subito altri comprensibile dal punto di vista psicologico dove ti accorgi di aver compromesso la game e di non riuscire a porvi rimedio con l’aggravante di fare una mossa successiva ancora deleteria

41. Qe7+ Kd4 42. Qd6+ 1-0

e fu così che Davide alias Faraoni Enrico ceo di Umbriaway Consulting riuscì a battere Golia dando speranza a tutti i pronostici incontrovertibili! Il Bianco ha giocato una buona partita aggressiva che ha tenuto comunque sulle spine l’avversario che sicuramente aveva un finale superiore e ha trascurato il controgioco del bianco rappresentato dal pedone H…non sappiamo se certezza assoluta sia stato Andy Wharol a forgiare la famosa frase “in futuro tutti saranno famosi per 15 minuti” ma sostanzialmente tutti i piccoli agonisti possono beneficiare di questa verità, amen

Annunci