web-developer-Umbria-1

Web developer Umbria e i documentari earthquake del Maestro Amelio

web-developer-UmbriaCon web developer Umbria recentemente é stata forgiato un progetto allo stato incubativo all’ indirizzo: http://www.farwebdesign.com/earthquake/ la cui finalità é quella di conoscere i terremoti e le loro caratteristiche. La contrazione tra Asia e Africa che coinvolge l’Italia nelle sue deformazioni moroflogiche ai massimi livelli di stress sulla crosta terrestre ci espone ad essere una delle maggiori nazioni europee che possono vantare il triste primato di avere opsitato terribili terremoti come quello di Messina nel 1908 ad esempio che fece più di 120 mila vittime. Certamente lo sfruttamento della tecnologia e delle sue materie plastiche front end (nello specifico mysql, php, html5. css3. ajax. js. jquery solo per citarne alcune facendo torto ad altri aspetti come xml o json per esempio) può aiutare a diffondere una cultura del terremoto che non é solo fatta di cadenze sismiche, eventi ineluttabili, situazioni informative ma anche di psicologia pre e post earthquake per l’appunto, sottolinea web developer Umbria. Recentemente un noto regista italiano Amelio ha girato per Rai cinema un breve documentario che il due settembre 2017 ha fatto in seconda serata più di 1 milione di visite, dal titolo a casa d’Altri per vedere Amatrice a distanza da un anno dalla sciagura che rase al suolo il paese. Suggestive le brevi sequenze, capaci di incanalare una sostanza di nome vita all’ interno della telecamera per rielaborare una tragedia nel silenzio e nell’ aspettativa di un domani oggi ferito che é tutto da ricostruire con il supporto della memoria. Il terremoto ha una sua dimensione e un suo lutto da rielaborare che va fagocitato e coltivato per ritrovare le proprie origini e la propria identità perduta. Certamente il progetto di web developer Umbria ideato dal suo CEO Faraoni Enrico di evidenziare questi aspetti anche con viaggi in dimensioni parallele come il cinema per offrire approfondimenti e appunti sulle conseguenze di un evento devastante anche per i postumi che lascia post terremoto ha bisogno di approfondimenti front-end per offrire una usabilità per l’utente che soddisfi i suoi criteri di ricerca. In questo senso l’idea della MAPPA CARTOGRAFICA di ricerca diretta dei terremoti all’ indirizzo: http://www.farwebdesign.com/earthquake/estrai.php si può definire una bella soluzione balistica per andare incontro a chi cerca centrando nella metafora del colpo di pistola le esigenze dirette del visitatore, al momento non tutte le regioni sono attive ma cliccando su Sicilia e Umbria ad esempio é possibile estrapolare i dati. Ovviamente la piattaforma earthquake così come é al momento é incompleta e non può rapprfesentare un prodotto finito da parte di web developer Umbria, ma solo un punto di partenza per intuire quanto le nuove tecnologie possano portare benefici nel mondo reale. Da valutare per successive implementazioni l’uso di API in grado di catturare le notizie cruciali da siti specializzati che curano questo tipo di servizio per rapide implementazioni nel proprio applicativo. Certamente anche l’apparato login/registrati può essere integrato ma al momento le tendenze di web developer Umbria si stanno orientando verso soluzioni più performanti in ambito sicurezza valutando l’uso di codeigniter per esempio che potrebbe nel suo paradigma MVC e la programmazione a oggetti aumentare anche le questioni legate alla sicurezza del DB. Ma alla fine di tutto rimane il profondo mistero dell’ imprevedibilità dei terremoti – sostiene web developer Umbria – impossibili da prevedere nei loro effetti cataclismatici anche comprando i libri sibillini di autori criptici e visionari come Malachia e Nostradamus. L’unico modo per cavalcare la tigre e non farsi sbranare é avere consapevolezza che sotto la terra d’Italia cè un drago dormiente che ogni tanto sente l’impulso vitale di svegliarsi e di rigirarsi sul letto con effetti spesso letali, conclude web developer Umbria. Dormire sereni anche per chi sta tanti chilometri sopra non é così semplice.